Partito di Alternativa Comunista

A CHI GIOVA LA MADONNINA

A CHI GIOVA LA MADONNINA   

 


di F.R.  

Probabilmente non sapremo mai se è stato solo un malato mentale a tirare la statuetta del Duomo sul muso di Berlusconi o, come si è permesso di azzardare qualche giornale (ovviamente estero), la mano del povero Tartaglia è stata indirizzata da altri meno malati di lui.

cattedrale
 
La storia è piena di falsi attentati organizzati dagli apparati (ufficiali e ufficiosi) dello Stato: gli stessi che hanno messo le bombe nelle piazze e sui treni, "suicidato" Pinelli, simulato attentati "anarchici" (guarda caso, proprio ieri a Milano hanno trovato una bomba di presunti "anarchici") o aggiunto al momento giusto le "prove" mancanti (come le molotov alla Diaz). A questo servono servizi e polizie varie: per questo un rivoluzionario che di Stato borghese se ne intendeva parlava di "bande armate a difesa del Capitale".
 
Ciò che invece già sappiamo oggi è che Berlusconi, grazie alla Madonnina del Duomo di Milano, si trova in condizioni politiche migliori, anche se (pare) con un paio di denti in meno.
Il Duomo di Milano in miniatura ha costretto alla ritirata (almeno per il momento) il plotone degli alleati che da tempo (incoraggiati da una parte crescente di borghesia che vorrebbe un governo più efficace per risolvere i suoi problemi) lavora alla successione di Berlusconi (Fini, Casini, ecc.). Ha rialzato gli indici di gradimento del premier. Ha creato la situazione ideale per la rapida approvazione di un lodo Alfano bis. Soprattutto -sempre la provvidenziale Madonnina- consente al governo di annunciare ulteriori restrizioni degli spazi democratici per i lavoratori e i giovani che lottano: nuove norme contro le manifestazioni di piazza, censure per l'informazione sul web, ecc. Cioè di prepararsi adeguatamente a fronteggiare ciò che davvero tanto Berlusconi e il suo governo, così come l'opposizione di banchieri e industriali incarnata nel Pd, come tutti i padroni, temono davvero: non qualche squinternato isolato ma la rabbia operaia nelle piazze in risposta ai licenziamenti di massa.
 
Tutto questo ha fatto la Madonnina (che te brillet de lontan). Quanto ai lavoratori e agli studenti, che non hanno né santi né madonne a tutelarli, resta una sola strada: intensificare e organizzare le lotte, costruire un grande sciopero generale unitario per fermare l'attacco della borghesia e cacciare Berlusconi, facendo pagare ai padroni la loro crisi, aprendo la via ad un'alternativa di classe.
 
 

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla nostra newsletter - I campi contrassegnati da sono obbligatori.


Il campo per collaborare col partito è opzionale

 

Campagne ed Iniziative





campagna

tesseramento 2024

 






Il libro sulla lotta in Alitalia

 




MODENA

DOMENICA 14-4


16 marzo

Milano

 


21 febbraio: zoom nazionale

 

 


4 febbraio

Bari


 

21 gennaio

formazione

 


31 dicembre

Bari


giovedì 21 dicembre

modena


domenica 17 dicembre

Cremona

 

 
 
 

 
4 dicembre
 
 

 
 16 ottobre ore 20.45
 
 

Cremona

sabato 14 ottobre ore 1530

 
 
 1-8-15 ottobre
 
 

 
festa in baracca
Cremona
 

 
martedì 27 giugno
zoom Milano
 
 
 

 
 
17 maggio
zoom nazionale su Marx
 
 
 

 

 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale

NEWS Progetto Comunista n 131

NEWS Trotskismo Oggi n 22

Ultimi Video

tv del pdac