Partito di Alternativa Comunista

Guai a chi tocca il Cox 18!

Comunicato della Sezione milanese del Pdac

Guai a chi tocca il Cox 18!

 

Giovedì 22 gennaio il centro sociale “Cox18” di via Conchetta, zona Navigli, uno dei più noti della città, è stato sgomberato nelle prime ore del mattino dalle forze dell'ordine. Al momento del blitz, avvenuto intorno alle 7, nel complesso non c'era nessuno, ma dalle 9 in poi, all'esterno dello stabile, hanno cominciato a radunarsi esponenti dei centri sociali, raggiunti dal tam tam su Internet: "Non permettiamo l’ennesimo sgombero a Milano.

Proviamo a opporci. Venite tutti".
Così è iniziata la fine di una  trentennale situazione di alterità culturale milanese.
Ricalcando schemi già noti, la giunta di fascisti, xenofobi, voltagabbana e affaristi milanesi hanno posto fine ad una esperienza scomoda, incompatibile con gli assetti sociali ed economici che i De Corato e i vari "padroni della città" vorrebbero imporre a Milano.
Dalla sua nascita "Conchetta" ha sempre svolto iniziative libere dalla mercificazione imperante e dalla spettrale ideologia del "vincente". Un luogo in cui le attività erano frutto di un'autogestione mai dipesa dalla logica utilitaristica che impregna i pori e gli alveoli di questa città, fino ad asfissiarla.
Il Centro è cresciuto nutrendosi di memoria, cosa strana e intollerabile per chi ne pratica la continua rimozione. Ospitava la libreria Calusca e l'archivio di Primo Moroni. Di quella esperienza conservava il mestiere, la passione e un patrimonio unico in Italia che ha dato spazio a momenti di discussione, di rigoroso confronto e anche, non di rado, di aperto scontro ma che ha sempre alimentato le pulsioni cittadine verso un'esistenza nuova, da conquistare con la lotta.
Il Centro si è collocato in un luogo improprio e più che l'antagonismo politico espresso concretamente, è questa forse la vera ragione dello sgombero. Un quartiere dove i residenti storici che ancora sopravvivono prendono 500 euro al mese di pensione, quando le immobiliari valutano più di 5.000 euro a metro quadro il prezzo degli appartamenti. Un quartiere oggetto degli appetiti padronali, che andava sterilizzato prima di avviare una delle tante speculazioni edilizie in epoca di Expo.
La volontà di sgomberare "Conchetta" mette in luce tutta la becera ignoranza di una classe politica dedita ad ingrassare il proprio portafogli ad ogni costo. Una violenza sistematica che si produce sotto gli occhi di quei teorici della fine delle classi, della fine del loro conflitto storico, della ricerca di un "nuovo" inesistente e che puzza clamorosamente di compatibilità a basso costo.

Oggi, l'attacco padronale si fa più veemente, più rozzo, più sfacciatamente autoritario e nel portare la nostra piena solidarietà ai compagni di "Cox18", ribadiamo la necessità di uscire dalla marginalità e dalla frammentazione di ogni singola vertenza per la costruzione di un reale processo di ricomposizione sociale verso l'unità, dal basso, di tutte le lotte in una chiara prospettiva di classe come unica soluzione alla barbarie che avanza.

 

Partito di Alternativa Comunista - Sezione di Milano

 

__________________________________________________________________________________

 

Appello per le iniziative in solidarietà con il c.s.o.a. Cox 18

Riprendiamoci Cox 18, la Calusca e l'archivio Primo Moroni
Il 22 gennaio 2009 alle 7.00 del mattino un centinaio di poliziotti è entrato nel Centro Sociale Conchetta, fondato più di 33 anni fa e della libreria Calusca nata nel 1971 e del prezioso e storico archivio Primo Moroni.
La risposta della città è stata tempestiva, in breve si sono radunati davanti ai blindati delle forze dell'ordine molti compagni, amici, abitanti del quartiere.
Si tratta di uno sgombero illegale che non tiene conto di una causa intentata dal comune al centro sociale nel mese di luglio 2008 per la riappropriazione dei locali, una vertenza ancora in corso. Il vicesindaco De Corato, da sempre in prima linea contro le realtà cittadine non omologate, scarica su questore e prefetto la responsabilità dell'operazione. Il Pubblico Ministero sostiene di essere stato avvisato a giochi fatti. Poco importa, tutti, invece, concordano che l'importanza dell'operazione è che il Comune non perda il valore dell'area. Si tratta di una questione "patrimoniale", come se questo bastasse a spiegare e a giustificare tutto.
Il risultato, al momento, vede il centro sigillato e sotto sequestro con tutti i materiali dentro, compresi i libri e le riviste della libreria e dell'archivio. Il Centro Sociale Conchetta, la Calusca, l'Archivio Primo Moroni rappresentano un pezzo di storia importante, e testimoniano oggi la possibilità di eludere il principio di mercificazione. Con essi, in buona compagnia, diversi altri centri sociali, luoghi di libero accesso e libero scambio. La loro sopravvivenza deve essere la sopravvivenza della libertà di agire, di farci padroni del nostro futuro, di non essere pesati per quanto possiamo / sappiamo / vogliamo spendere.
Per quanto ci riguarda non consideriamo chiusa la partita, riconosciamo chi rifiuta l'omogeneità del pensiero unico del mercato: ci vogliono compatibili, compratori comperabili, ordinati e consenzienti, resteremo ciò che sappiamo essere, ciò che siamo: originali, comunicanti, disomogenei.
Chiediamo a tutti di farsi carico di un pezzo di questo percorso, che è percorso di tutti.

 

I compagni e le compagne di Milano presenti all'assemblea cittadina del 22/01/09 presso la sede USI di viale Bligny

 

FIRMA L'APPELLO:

 

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla nostra newsletter - I campi contrassegnati da sono obbligatori.


Il campo per collaborare col partito è opzionale

 

Campagne ed Iniziative





campagna

tesseramento 2024

 






Il libro sulla lotta in Alitalia

 




21 febbraio: zoom nazionale

 

 


4 febbraio

Bari


 

21 gennaio

formazione

 


31 dicembre

Bari


giovedì 21 dicembre

modena


domenica 17 dicembre

Cremona

 

 
 
 

 
4 dicembre
 
 

 
 16 ottobre ore 20.45
 
 

Cremona

sabato 14 ottobre ore 1530

 
 
 1-8-15 ottobre
 
 

 
festa in baracca
Cremona
 

 
martedì 27 giugno
zoom Milano
 
 
 

 
 
17 maggio
zoom nazionale su Marx
 
 
 

 

 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale

NEWS Progetto Comunista n 130

NEWS Trotskismo Oggi n 22

Ultimi Video

tv del pdac