Partito di Alternativa Comunista

Agile di Torino: no al fallimento!

Agile di Torino: no al fallimento!

 

di Giuliano Dall’Oglio*

 

Sono ormai due settimane che i lavoratori Agile di Torino sono in presidio diurno davanti al Palazzo della Regione sfidando le avverse condizioni meteorologiche che hanno colpito il capoluogo piemontese. Alternativa Comunista è andata a sentire le ragioni dei lavoratori Agile e la situazione della loro fabbrica.

Lasciamo la parola ai lavoratori in lotta che ci spiegano quello che è accaduto: "L'Agile si occupa di fibre ottiche ed anni fa fu acquistata dall'imprenditore aretino Landi, già proprietario di Eutelia che si occupa di telecomunicazioni, il quale decise di fondere le due società in una. A seguito della crisi nel settore telecomunicazioni sono cominciati i primi problemi: i lavoratori non venivano pagati, i Landi hanno deciso di disimpegnarsi dall'azienda e si sono resi irreperibili. La soluzione adottata dal governo Prodi e Berlusconi poi è stata quella di scorporare le due aziende e commissariarle entrambe. La situazione attuale all'interno dell'azienda è molto grave: il 90% dei lavoratori sono in cassa integrazione, coloro che lavorano non ricevono stipendi da due mesi e, nel caso il periodo senza stipendi aumenti, non possono nemmeno fare causa all'azienda perché si rischierebbe la definitiva chiusura.
Inoltre, Agile vanta crediti per milioni di euro nei confronti del: Ministero degli Interni, Ministero della Difesa, Ministero di Grazia e Giustizia e Rai a causa di commesse mai pagate dagli stessi soggetti e già abbondantemente scadute. C'è da aggiungere che Agile è fornitore di Eutelia e in questa situazione rischia di non ricevere alcun soldo e ciò provocherebbe gravi ripercussioni sui 1500 lavoratori di Agile sparsi sul territorio nazionale.
A rendere la situazione ancora più tragica è stato deciso il blocco amministrativo delle fatture Eutelia che riguardano tra gli altri la Banca d'Italia, ConSip e il Comune di Roma".
Di fronte al rischio del fallimento di Agile ed Eutelia, Alternativa Comunista si schiera dalla parte dei lavoratori in lotta delle due aziende e rivendica la nazionalizzazione senza indennizzo e sotto controllo operaio di Agile ed Eutelia e il pagamento degli stipendi arretrati.

*PdAC Torino

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla nostra newsletter - I campi contrassegnati da sono obbligatori.


Il campo per collaborare col partito è opzionale

 

Appuntamenti





campagna

tesseramento 2022

 






Il libro sulla lotta in Alitalia

 




 sabato 3 dicenbre

Cremona

 


giovedì 27 ottobre

zoom nazionale


 

Sabato 15 ottobre

Cremona 

 

 

 


Modena, 9 luglio

 


 16 giugno zoom nazionale 

 

 


sabato 28 maggio Cremona

 


martedì 17 maggio

 

 


 

Giovedì 28 aprile 

ROMA

 


Giovedì 21 aprile:

zoom nazionale sulla Resistenza

 


 

14 APRILE MILANO

ASSEMBLEA ZOOM

 


LUNEDI' 28 MARZO 

ASSEMBLEA ZOOM

 

 


 mercoledì 23 marzo

 


 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale

NEWS Progetto Comunista n 117

NEWS Trotskismo Oggi n 20

Ultimi Video

tv del pdac