Partito di Alternativa Comunista

Esselunga di Pioltello (Milano)

Esselunga di Pioltello (Milano)

SOLIDARIETA' AI LAVORATORI IN LOTTA

SGOMBERATI CON LE RUSPE

 

 

Pdac - Sezione di Milano

Alternativa Comunista esprime la sua solidarietà ai lavoratori delle cooperative che lavoravano nei magazzini dell’Esselunga di Pioltello, che erano stati licenziati ingiustamente e che ora vedono repressa la loro lotta con delle motivazioni chiaramente pretestuose. Alternativa Comunista sarà sempre al loro fianco nella lotta per il diritto ad un posto di lavoro ed a condizioni di lavoro dignitose.

Lo sgombero del presidio, soprattutto con queste tempistiche, non fa che confermare ciò che noi diciamo da sempre: solo con la lotta i lavoratori possono sperare di ottenere qualcosa, perché se solo per un secondo si cullano nella falsa libertà del diritto borghese, inevitabilmente ricevono duri colpi. Nel caso di Pioltello, questo sgombero è la risposta alla decisione del giudice di reintegrare due dei 25 lavoratori licenziati con motivazioni pretestuose volte a nascondere la natura politica del loro licenziamento. Nonostante questa sentenza l’Esselunga ha deciso di negare l’accesso al lavoro ai due compagni e, non potendo aspettare che un altro giudice correggesse l’errore, subito il braccio armato del padronato si è attivato per distruggere la lotta alla radice, o almeno per cercare di farlo.

Purtroppo l’esito delle lotte non dipende solo dalla forza di volontà dei lavoratori, che non è mai mancata nei cinque mesi di presidio, ma anche dai rapporti di forza. I rapporti di forza sfavorevoli non devono però portare ad una fiducia nella legalità borghese come unica prospettiva di vittoria. Il diritto dei padroni non può che essere a favore degli sfruttatori, quindi anche una decisione parziale di un solo giudice sarà sempre ribaltata dal sistema di sfruttamento che permea tutta la società, in questo caso dalla mano armata di manganello e ruspe della polizia.

La legalità borghese non potrà mai essere dalla parte dei lavoratori, per questa società loro non saranno mai nel giusto, anche se un giudice una tantum dà loro ragione. Per questo ogni azione dei lavoratori, per avere una speranza di vittoria, deve poggiarsi sulla lotta più generale per sovvertire la società e il potere borghese, essendo consapevoli che ogni nostro atto è un’azione politica, giustificata non dai tribunali borghesi, ma dall’interesse storico dei lavoratori e dell’umanità intera a superare il capitalismo.

Per far questo, occorre che si formi un fronte sindacale realmente rivoluzionario a partire da un’unione su basi classiste dei sindacati di base più avanzati e combattivi, ed occorre, ora più che mai, che i lavoratori acquistino una salda coscienza di classe e che si dotino quindi di una direzione rivoluzionaria, indispensabile per far crescere le lotte nella direzione di un'alternativa di potere.

In queste ore la lotta dei lavoratori continua. I militanti della Sezione milanese del Pdac daranno il loro totale sostegno e contributo.

 

 

Pdac - Sezione di Milano

 

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla nostra newsletter - I campi contrassegnati da sono obbligatori.


Il campo per collaborare col partito è opzionale

 

Appuntamenti





campagna

tesseramento 2022

 






Il libro sulla lotta in Alitalia

 




 sabato 3 dicenbre

Cremona

 


giovedì 27 ottobre

zoom nazionale


 

Sabato 15 ottobre

Cremona 

 

 

 


Modena, 9 luglio

 


 16 giugno zoom nazionale 

 

 


sabato 28 maggio Cremona

 


martedì 17 maggio

 

 


 

Giovedì 28 aprile 

ROMA

 


Giovedì 21 aprile:

zoom nazionale sulla Resistenza

 


 

14 APRILE MILANO

ASSEMBLEA ZOOM

 


LUNEDI' 28 MARZO 

ASSEMBLEA ZOOM

 

 


 mercoledì 23 marzo

 


 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale

NEWS Progetto Comunista n 117

NEWS Trotskismo Oggi n 20

Ultimi Video

tv del pdac